Comprare una casa piccola: esempi e consigli

assolutamente sapere!

Casa piccola sì o casa piccola no? Questo è il dilemma!

Se viaggi molto per lavoro ad Altamura o Matera, o magari vivi da solo, o ancora stai valutando di acquistare una seconda casa, potresti avere bisogno di capire quali vantaggi e svantaggi comporta l’abitare in una casa piccola.

Conviene? O magari meglio rinunciare a qualche lusso per avere 2mq in più?

Per quanto le case con grandi metrature siano considerate un lusso già solo per lo spazio che offrono, in questo articolo dimostreremo che anche alcune case piccole possono costituire dei gioiellini immobiliari!

Grazie a questa lettura scopriremo gli esempi di alcune soluzioni abitative particolarmente ridotte in Europa, note per il loro particolare design. Poi andremo a capire quali sono le 7 caratteristiche che una casa piccola, ma di qualità, dovrebbe possedere.

Indice

Il mini appartamento di soli 35mq ad Atene: una casa piccola tra colore e design!

Un gioco di luci e forme: 60mq in quel di Madrid

Ok! Ma conta solo il design?

Ecco i 7 aspetti che ti consigliamo di prendere in considerazione

Mi interessa! Ma dove posso trovare simili immobili ad Altamura o Matera?

Il mini appartamento di soli 35mq ad Atene: una casa piccola tra colore e design!

Courtesy Photo

Iniziamo da questo esempio di design d’interni in una casa piccola che reputiamo essere un vero “gioiellino”.

Si tratta di un’appartamento di soli 35 mq ad Atene, dove la creatività e l’uso coraggioso del colore emergono nell’arredamento degli interni come potrebbe succedere in una tela del noto pittore Mondrian, esponente del neoplasticismo.

I proprietari, non a caso entrambi attivi nel mondo dell’arte, hanno scelto una palette audace, con una porta rossa che dà il tono, piastrelle celesti in cucina e un top in marmo verde.

Nonostante l’edificio risalga agli anni ’80 e mantenga stucchi originali, alcune caratteristiche poco convenzionali complicavano l’uso dello spazio.

I progettisti hanno risolto tali ostacoli con una cucina open-space e la sostituzione di una parete con un pannello ligneo, creando due ambienti che possono essere continuativi o separabili, a seconda delle necessità.

Questa piccola casa, mostra a nostro parere come si possa nutrire lo sguardo e trovare soluzioni pratiche e “ariose” anche in appartamenti dalla metratura estremamente ridotta.

Tu che ne pensi? Vediamone subito un’altra!

Un gioco di luci e forme: 60mq in quel di Madrid

ALBERTO AMORES MONTIEL

Ecco un altro meraviglioso esempio di casa piccola, sempre in giro per il mondo, in un’altra città di sole e di mare!

Stavolta si tratta di un monolocale di 60 metri quadrati nella Plaza de Mayor di Madrid, costruito nel 1882 e rivisitato da Martín Peláez Estudio.

Ribattezzata #myhappyplace, la casa esplode di geometrie, colori e personalità, ispirata dalle cinque finestre che incorniciano il cielo. Le tonalità sono “fresche”, principalmente bianche e azzurre, conferendo un senso di ampio respiro nonostante le dimensioni ridotte.

Il pavimento grigio chiaro funge da “tela di fondo”, mentre il bianco e il blu del cielo dominano gli arredi. Il bagno, arricchito da tonalità arancioni, presenta piastrelle blu lucide e mosaici. I tavoli cloud, in compensato e metacrilato trasparente, aggiungono tocchi di colore.

Il design è moderno e creativo. I giochi di forme associate ad una sintesi di forma quasi minimalista permette di unire praticità al rispetto dello spazio, tenuto volutamente semplice.

Di nuovo, a nostro parere una dimostrazione che casa piccola non vuol dire automaticamente assenza di lusso.

Ok! Ma conta solo il design?


Durante l’acquisto di una casa piccola, il design è un aspetto significativo ma certamente non l’unico da considerare.

È essenziale per esempio valutare la funzionalità dello spazio sotto al profilo strutturale e architettonico, assicurandosi che sia ben organizzato e soddisfi le esigenze quotidiane.

Chiaramente, in una casa piccola questo aspetto è ancora più importante che non in una grande, per una questione di logistica. L’ideale – qualora se ne avesse la possibilità – sarebbe di “acquistare la casa su carta” in modo che gli spazi vengano direttamente definiti in base alle proprie esigenze.

Ti meraviglieresti nello scoprire quante cose si possono fare in un’ambiente di soli 50mq!

Inoltre, ecco alcuni consigli evergreen che valgono sia per le case piccole, sia per quelle più grandi…

Come sai, anche la posizione della casa gioca un ruolo, con attenzione alla vicinanza ai servizi essenziali e al quartiere circostante.

Poi, è importante verificare le condizioni strutturali e lo stato degli impianti per evitare costi di manutenzione imprevisti.

Non dimentichiamoci, della questione del budget, dove la qualità va sempre messa in relazione col prezzo, tenendo conto anche di tutte le spese correlate all’acquisto e al possesso della casa.

Anche il valore di rivendita futuro è da considerare, assicurandosi che la casa abbia un potenziale di apprezzamento nel tempo.

Stai andando in confusione?

Non ti preoccupare! Esiste un criterio di valutazione che è centrale e a monte di tutte le cose che abbiamo appena visto in elenco: la salubrità.

Eh già! Assicurarsi di individuare una casa che tutela la salute e il benessere, è il segreto per scegliere quella giusta!

Vediamo ora come selezionare una casa piccola che però ti faccia stare bene.

Ecco i 7 aspetti che ti consigliamo di prendere in considerazione

  1. Assicurati che l’immobile presenti un buon sistema di ventilazione e che l’aria sia pura. A maggior ragione se si trova in città, dove smog e contaminanti di vario genere si insinuano negli appartamenti a discapito della salute degli abitanti.
  2. Considera il tipo di impianto d’acqua, meglio se c’è un depuratore d’acqua che ti permette di avere acqua dolce, filtrata dagli eccessi di calcare, così ne beneficerà la tua pelle e i tuoi capelli, ma anche i tuoi vestiti ed elettrodomestici.
  3. Guarda la luce. L’illuminazione è buona? Attenzione, perché il ritmo sonno-veglia può essere influenzato fino a causare stress, insonnia o mal di testa da luci eccessive o luci poco funzionali.
  4. L’arredamento è davvero giusto per te? Perché al lungo andare può essere davvero snervante avere degli spazi male organizzati o che non ci rispecchiano esteticamente.
  5. La qualità dei materiali è davvero buona e resistente? Prediligi quelli quanto più possibilmente naturali e locali. Controlla inoltre le finiture: oggi esistono soluzioni non solo esteticamente avvincenti e tecnicamente vantaggiose.
  6. Ci sono adeguati sistemi domotici che ti permettono di controllare i consumi, incrementare la sicurezza, ma anche di concederti piccole coccole automatizzate, come per esempio l’abbassamento o alzamento automatico delle persiane?
  7. La casa presenta sufficienti elementi che richiamano alla natura, sia in termini di verde, sia di elementi di arredo o decorazione, come pietra, legno e marmo? Considera che studi approfonditi nell’ambito della Psicologia dell’abitare confermano che questi elementi biofilici sono un toccasana!

Come dicevamo, questi 7 elementi sono alla base della salubrità abitativa, qui intesa come l’insieme di fattori che fanno stare bene da un punto di vista psico-fisico.

Mi interessa! Ma dove posso trovare simili immobili ad Altamura o Matera?

Ho una buona notizia per te!

Se cerchi una casa piccola ad Altamura o Matera, che sia però anzitutto salubre, allora le case BeS (Benessere e Salute) potrebbero fare proprio al caso tuo!

Se acquistate “su carta”, cioè quando sono ancora in fase di costruzione (ricordi? Ne abbiamo parlato poco più su), il grado di personalizzazione è davvero straordinario!

Puoi verificare le disponibilità di questi gioiellini cliccando qui

FONTI:

https://www.elledecor.com/it/case/a60228558/appartamento-colorato-60-mq-madrid/

https://www.elledecor.com/it/case/a46858616/mico-appartamento-35-metri-quadri-ad-atene-funzionali-e-coloratissimi/


Edil Pepe